Scegliere il discernimento anziché il giudizio; un viaggio verso l'autocompatibilità

Scegliere il discernimento anziché il giudizio; un viaggio verso l'autocompatibilità

Condividi questo post

Abbracciare l'arte del discernimento

Nell'interazione tra vita e lavoro, ci troviamo spesso invischiati nella trappola del giudizio. Tendiamo a valutare noi stessi, gli altri e le situazioni che incontriamo. Ma la forza sta nell'abbracciare il discernimento come modo per muoversi nel nostro mondo con empatia e positività.

L'onere del giudizio

Il giudizio può sembrare un peso; implica valutazioni e spesso ha implicazioni negative. Ci spinge verso il dubbio e l'autocritica, offuscando la nostra percezione degli altri e delle sfide che affrontiamo.

Calmare l'autocritica

Il viaggio inizia dall'interno. Per placare l'autocritica è necessario passare da una mentalità di individuazione dei difetti a una mentalità radicata nell'empatia. Comprendere che l'autocritica spesso nasce da aspettative e da un'inclinazione al perfezionismo che non giova a nessuno. Lasciando spazio all'imperfezione, apriamo la strada alla crescita e allo sviluppo.

L'infruttuosità della critica agli altri

Giudicare gli altri è in definitiva inutile, spesso serve come specchio che riflette più le nostre incertezze che quelle di chi viene giudicato.

Abbracciare la capacità di comprendere gli altri ci permette di vederli con empatia, di riconoscere i loro percorsi e i loro ostacoli e di non attribuire loro alcun valore o significato.

Ottenere chiarezza in diverse situazioni; guardare oltre la superficie

La vita ci presenta situazioni che possono portarci a formulare giudizi. Tuttavia, il discernimento ci incoraggia a riconoscere le sfumature degli scenari, rendendoci conto che ciò che sembra una battuta d'arresto potrebbe in realtà essere un'opportunità sotto mentite spoglie. Questa prospettiva chiara è fondamentale nei ruoli di leadership, in quanto crea un ambiente in cui le sfide vengono affrontate con una pianificazione piuttosto che con giudizi affrettati.

Praticare il discernimento

Il discernimento è un'abilità che fonde l'intuizione con la ragione, le emozioni e la logica. Richiede di rallentare il processo di pensiero e di considerare attentamente il contesto, le variabili e i potenziali risultati. Questa abilità può essere affinata attraverso la mindfulness, l'introspezione e la scelta consapevole di affrontare la vita da un punto di vista sfumato.

Promuovere il discernimento nella leadership

In qualità di leader e influencer, è nostro dovere promuovere una cultura del discernimento. Ciò significa creare ambienti in cui si apprezzano le discussioni aperte, si rispettano le opinioni diverse e le decisioni si basano sulla comprensione piuttosto che su decisioni affrettate.

E così.... Abbracciare il discernimento per la crescita personale

Sostituire il giudizio con il discernimento segna un passo avanti verso una vita personale e professionale più soddisfacente.

Come coach, sostengo con convinzione questo cambiamento, aiutando individui e team a guardare oltre l'ovvio e a guidare con empatia e intuizione. Quando percepiamo invece di criticare, non solo trattiamo noi stessi e gli altri in modo più equo, ma otteniamo anche una visione più profonda e sfumata del mondo. Questo incarna la leadership, riflettendo l'essenza della nostra perspicace natura umana.

Seguitemi su LinkedIn

Altro da esplorare

Immagine di Beatrice Redi

Beatrice Redi

Coach, mentore e sviluppo della leadership
formatore