Esplorare le nostre reazioni di base: lotta, fuga, congelamento e cerbiatto.

Esplorare le nostre reazioni di base: lotta, fuga, congelamento e cerbiatto.

Condividi questo post

Nel mondo di oggi è abbastanza comune sentirsi sopraffatti dalle richieste e dalle pressioni della vita. Quando ci imbattiamo nello stress, le nostre risposte spesso derivano da istinti di sopravvivenza radicati, noti come reazioni di lotta, fuga, congelamento e cerbiatto. Queste risposte automatiche, derivanti dalla nostra storia, possono influenzare il modo in cui affrontiamo le situazioni senza che ce ne rendiamo conto.

Scomposizione dei quattro meccanismi di sopravvivenza;

Combattimento: Potremmo reagire con aggressività, affrontando la minaccia nel tentativo di prendere il controllo.

Volo: In alternativa, la nostra reazione immediata potrebbe essere quella di fuggire, poiché un'ondata di adrenalina potrebbe costringerci a fuggire dalla situazione.

Congelamento; Ci sono momenti in cui ci sentiamo paralizzati di fronte a una minaccia, come un cervo preso alla sprovvista. Questa immobilizzazione può agire come meccanismo di difesa.

Fulvo;. Nel tentativo di evitare il conflitto e di mantenere la pace, possiamo scegliere di compiacere gli altri o di evitare del tutto il problema, anche quando sappiamo che non è la cosa migliore da fare.

In che modo il coaching può far luce e aiutarvi a cambiare queste reazioni?

La chiave per gestire queste reazioni è coltivare consapevolezza-Un'abilità che il coaching può aiutare molto.

Come persona specializzata nel coaching dei leader sull'intelligenza emotiva, il mio ruolo consiste nel guidare gli individui a comprendere e regolare le loro reazioni allo stress. Lasciatemi condividere come il coaching può fare la differenza;

Riconoscere i fattori scatenanti: Attraverso il coaching, le persone imparano a identificare le situazioni che scatenano le loro risposte. Questa autoconsapevolezza segna il passo verso il cambiamento.

Sviluppare le abilità di regolazione emotiva; Insieme esploriamo tecniche come la mindfulness, la respirazione profonda e il reframing cognitivo per aiutare a gestire le reazioni alle emozioni.

Migliorare la comprensione di sé: Il coaching approfondisce gli schemi, consentendo alle persone di comprendere non solo le loro reazioni, ma anche le ragioni sottostanti. Questa consapevolezza può portare ad azioni attente.

Rafforzare le relazioni: Padroneggiando la comunicazione e le risposte, gli individui possono impegnarsi con gli altri in modo efficace, alimentando relazioni costruite sulla comprensione e sul rispetto reciproco.

E così...

Sebbene i nostri istinti di lotta, fuga, congelamento e cerbiatto siano risposte, non devono necessariamente governare i nostri comportamenti. Il coaching offre un modo non solo per diventare consapevoli e comprendere queste reazioni, ma anche per sfruttarle positivamente per la crescita personale, il miglioramento delle relazioni e il benessere generale.

Siete interessati a saperne di più? Contattate per una telefonata di scoperta gratuita! Non si sa mai: potreste imparare qualcosa di nuovo su voi stessi e su cosa si prova a prendere in mano il vostro percorso di sviluppo!

Cosa ne pensate? Condividete le vostre storie. Parliamo di come possiamo aiutarci a vicenda a migliorare il benessere emotivo e a progredire professionalmente.

Seguitemi su LinkedIn

Altro da esplorare

Immagine di Beatrice Redi

Beatrice Redi

Coach, mentore e sviluppo della leadership
formatore